Aggiornamenti da Twitter: Emanuele

    seguimi su Twitter

    lunedì 12 settembre 2011

    Pulled pork ovvero come ti sbriciolo un maiale

    Ecco la mia prima vera cottura low&slow american style. Cottura lenta  e a bassa temperatura. In totale ben 11 ore di cottura.


    Ecco i 3kg di spalla di maiale sacrificati agli dei e alle dee del BBQ.



    Si inizia preparando il rub
    - paprika dolce
    - paprika piccante
    - peperoncino
    - pepe nero
    - zucchero di canna
    - sale
    - cipolla
    - aglio



    Bei massaggi profondi con la senape.


    Si distribuisce il rub su tutti e due i lati.



    Si lega la spalla e la si mette a marinare a secco per una notte in frigo.



    Si prepara il BBQ per la cottura con carbone di legna.



    Ecco la spalla dopo la notte a marinare. Il rub è bello compatto e l'odore è spettacolare.


    Si parte con la cottura. 110 °C fino a quando la carne non arriva a 95 °C al cuore.


    Si controlla constantemente la temperatura con un termometro con sonda.


    Inizia la lunga attesa.


    Le mitiche chip di hickory usate per affumicare.


    Oltre 4 ore di affumicatura.


    Dopo 11 ore di cottura ormai è sera, il maiale viene tolto dal BBQ e messo a riposare per far ridistribuire i succhi in tutto il pezzo di carne.


    Si scarta


    Si inizia a sbriciolare il maiale



    Meglio aiutarsi con le posate, anche se andrebbe fatto rigorosamente con le mani, ma la carne è ancora bella calda.



    Ecco a voi il pulled pork.


    Salse all'aceto e coleslaw fatte in giornata per accompagnare il maiale.

    Salsa all'aceto bianca:
    - maionese   2 tazze
    - aceto di mele   1 tazza
    - succo di mela   1/2 tazza
    - rafano   2 cucchiaini
    - pepe nero macinato   2 cucchiaini
    - succo di limone   2 cucchiaini
    - sale   1 cucciaino
    - peperoncino   1 cucciaino

    Salsa all'aceto rossa
    - aceto di mele   2 tazze
    - ketckup   1/2 tazza e 2 cucchiai
    - zucchero di canna   1/4 di tazza
    - sale   5 cucchiaini
    - peperoncino sminuzzato   4 cucchiaini
    - pepe nero   1 cucchiaino
    - pepe bianco   1 cucchiaino

    Coleslaw
    - cavolo cappucciono
    - cippolotti freschi
    - salsa all'aceto bianca   7 cucchiai
    - yogurt intero   3 cucchiai
    - senape   1 cucchiaino
    - aceto di mele   3 cucchiai
    - zucchero   1 cucchiaio
    - sale   3 cucchiaini
    - pepe nero   1 cucchiaino


    Si assemblano i panini







    lunedì 18 luglio 2011

    Una tasting room molto particolare: Beer Can Chicken con Kurt di Bad Attitude

    Dopo tanto tempo arriva anche la mia riguardo al tasting promosso da Bad Attitude. Ma questa voltà non sarà il solito tasting perché la birra oltre che nel mio stomaco è finita in dei polli!!!

    Ho unito la mia passione birrofila con la nuova passione del BBQ american style (dopo tante grigliate italian style), quindi ecco a voi il:

    Beer Can Chicken with Kurt

     Fondamentale: la birra

    Gli ingredienti del rub
    per due polli da 1 kg l'uno:

    aglio 4 cucchiaini
    cipolla 4 cucchiaini
    peperoncino 4 cucchiaini
    origano 2 cucchiaini
     paprika dolce 4 cucchiai
    sale 4 cucchiai
    zucchero di canna 4 cucchiai

     

    Tutti gli ingredienti insieme e ben mescolati

    Si inizia a preparare il fuoco

    Polli ben rubbata, per far aderire bene il rub ai polli li ho prima spennellati con del burro fuso

    Polli con le due lattine sacrificali

    Per far evaporare bene la birra, usata sia per insaporire che per mantenere la carne umida e bella succosa, ho aperto completamente le lattine

    Ogni lattina è piana per metà e ha qualche ramoscello di rosmarino

    Temperatura iniziale leggermente più alta di quella di cottura così quando si inseriscono i polli si stabilizzerà sui 150 °C usati per cuocere. Il tempo di cottura è stato di 2 ore e 20 minuti

    Chip di hickory usate per aromatizzare


    Pronti per essere cotti, il BBQ sta già fumando. Aroma di hickory nell'aria

    Si parte con la cottura ...


    ... e si inizia a bere

    Attesa ...

    ... eccoli




    Delicata operazione di slattinamento

    Prima di uno ...

    ... poi dell'altro



    Buon appetito

    Conclusioni e considerazioni:
    che dire? Il pollo era ottimo, un mezzo pollo a testa è stato divorato in pochi minuti. Forse il rub era un po' troppo forte rispetto alla birra e ne ha mascherato il sapore. Comunque la Kurt ha fatto il suo ottimo dovere di lasciare la carne bella succosa. Con questa ricetta dimenticatevi il pollo secco.
    La birra è stata perfetta per accompagnare il pasto e la serata. Niente sofismi: fresca, dissetante da far paura, poco alcolica, ottima in queste sere d'estate.

    Foto
    le prime foto sono state scattate da me mentre facevo una super corsa per preparare il tutto. Quelle al buio invece sono state scattate del fotografo ufficiale della banda: Luca. Fortuna che c'era lui altrimenti dovevo usare il flash.