Aggiornamenti da Twitter: Emanuele

    seguimi su Twitter

    martedì 19 maggio 2009

    Birra Artigianale vs Industriale

    Un'altra grande divisione per le birre è tra birra artigianale e industriale. La maggior parte di quella che si trova in giro è del secondo tipo; in Italia il mercato della birra artigianale non raggiunge nemmeno il 10% e ben pochi ne conoscono l'esistenza o le caratteristiche.



    La grande differenza tra le due è che la birra industriale subisce due fasi ulteriori rispetto a quella artigianale: filtrazione e pastorizzazione.



    Filtrando la birra prima di essere imbottigliata o infustata si eliminano tutte le particelle di lievito presenti, con la pastorizzazzione invece si vanno a modificare le proprietà organolettiche del prodotto.



    Questa procedura rende il prodotto finale sicuramente più stabile ma anche meno complesso.



    La birra artigianale contenendo particelle di lievito continua a fermentare anche una volta che è messa nelle bottiglie creando un prodotto dinamico. Infatti non è raro per una birra artigianale effettuare una degustazione verticale, ovvero pesa una specifica birra se ne degustano varie bottiglie a vari livelli di maturazione.



    In Italia negli ultimi 10 anni sono nati molti birrifici artigianali che producono birra di qualità, infatti molto spesso rispetto ai loro concorrenti industriali questi birrifici usano degli ingredienti di qualità superiore. Non è raro poi che le birre siano caratterizzate da particolari ingredienti della zona del birrificio. Come ad esempio le castagne usate dal birrificio Amiata o la sapa del birrificio Barley.

    Nessun commento:

    Posta un commento